Apre porta a marocchino: tenta di stuprarla

22-11-2014

Ha aperto la porta nel cuore della notte pensando di trovarsi di fronte a un’emergenza ma il 34enne marocchino che ha cercato aiuto dalla Guardia Medica di Cantù qualche settimana fa aveva solo bevuto troppo.

Ubriaco l’uomo è entrato nello studio medico e nonostante i tentativi della dottoressa di farlo uscire lui ha insistito e ha cercato un approccio con la donna.
Secondo quanto riporta il quotidiano Il Giorno della provincia di Como inizialmente l’ha minacciata con un coltello che ha estratto dalla tasca poi ha cercato di avere un approccio sessuale con lei.
La dottoressa ha tentato di chiedere aiuto di fronte all’insistenza del marocchino è ha fatto scattare l’allarme. Quando ha capito che era arrivato il momento di andare e far perdere le sue tracce il 34enne però ha baciato la donna sulla guancia.

Dopo la denuncia presentata in caserma dalla dottoressa sono iniziate le ricerche dei carabinieri della città che hanno individuato l’uomo intento a bivaccare e a bere in piazza Garibaldi e lo hanno arrestato per violenza sessuale aggravata e porto di arma atta ad offendere.

Potrebbe interessarti: http://www.monzatoday.it/cronaca/minaccia-dottoressa-bacio-guardia-medica-cantu.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Monza

RSS Feed Widget

Lascia un commento