Anziano sordo e quasi cieco picchiato e rapinato

22-04-2015

Un uomo e una donna sono imputati per rapina aggravata ai danni di un anziano invalido, cieco quasi del tutto e sordo, avvenuta a Terni. La vicenda risale al 2010: l’uomo, era alla ricerca di una badante che potesse aiutarlo nelle cose di ogni giorno. Una mattina una donna, di origini rumene, lo aveva avvicinato: “Ho un’amica che può fare al caso tuo”. La donna gli aveva dato appuntamento per lo stesso pomeriggio in piazza Tacito. Dopo l’incontro lo ha invitato a seguirlo in un appartamento di via Baracca dove l’amica-badante li stava aspettando per discutere della cosa. Nella casa si è compiuta la rapina. Nel giro di pochi minuti il poveretto si è trovato accerchiato da due donne e un uomo: “Dacci tutti i soldi che hai“. L’anziano è stato scaraventato sul letto e colpito al volto: nel corso dell’aggressione gli sono caduti anche gli occhiali. Poi il rapinatore gli ha strappato la catenina d’oro che aveva al collo, con le complici che invece gli hanno portato via bracciale e orologio. Il poveretto è stato quindi soccorso da un passante: da qui la denuncia e l’arresto di un rumeno di 32 anni (in pratica l’aggressore) e una connazionale di 26. Il reato per il quale sono imputati è di rapina aggravata. Prossima udienza il 9 giugno.

 http://corrieredellumbria.corr.it/news/cronaca/176811/Anziano-sordo-e-quasi-cieco-picchiato.html?refresh_ce

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Terni

RSS Feed Widget

Lascia un commento