Anziana caritatevole resa invalida dopo aggressione in casa

31-08-2014

COMA E POI SEI MESI IN OSPEDALE: SI ERA FIDATA DI UN IMMIGRATO

Brescia, 31 agosto 2014 – «È assurdo. Viviamo un doppio dramma: la nostra vita è cambiata radicalmente, mentre lui continua ad andarsene in giro come se nulla fosse. Ma che giustizia è?». Enrico Bonera, 59 anni, bresciano, è sconsolato. Il 30 agosto 2011, tre anni fa, sua madre ha subìto un’aggressione in casa e da allora non si è più ripresa.

«Oggi è invalida al cento per cento – spiega Bonera -. Si muove a fatica e non è autonoma. Percepisce una pensione di poco più di 400 euro, insufficiente per una badante. Così mi sono dovuto trasferire io da lei per assisterla». Anna Grossi, 85 anni, nel 2011 stava benone. Viveva sola nel suo appartamento in vicolo sant’Urbano in città. Senza immaginare che cosa le sarebbe successo, ogni tanto allungava 5 euro di elemosina a un uomo che credeva un innocuo senzatetto.

«Una mattina quell’uomo, un immigrato che ciondola con una stampella, dopo averle come sempre suonato è riuscito a introdursi in casa e l’ha aggredita – racconta il 59enne -. Con sé aveva un coltello. L’ha terrorizzata e ha devastato mobili e stanze». La signora Grossi è finita in ospedale. «Per un periodo ha perso l’uso della parola e di colpo è entrata in coma profondo. È rimasta così tre settimane, poi si è risvegliata – continua il bresciano -. Ci hanno messo sei mesi a dimetterla».

Al dolore si è aggiunto dolore: «I carabinieri all’indomani dell’episodio hanno rintracciato subito l’aggressore. Addosso aveva un coltellino, i gioielli e le monete antiche rubati. Ma non l’hanno potuto denunciare né arrestare perché mia mamma non poteva testimoniare. E lui ha dichiarato di avere trovato tutto per terra. Qualche tempo dopo l’ho pure incontrato per strada, l’ho inseguito e lui ha reagito colpendomi con la stampella». E adesso? «Ho scoperto che è un immigrato clandestino, in Italia per motivi umanitari e mai espulso. Ho sporto due denunce ma lui continua a girare indisturbato per il centro».

http://www.ilgiorno.it/brescia/furto-immigrato-1.163509

ARTICOLI CORRELATI

Brescia, EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento