Algerino distrugge auto residenti: “Non vi azzardate a chiamare Polizia”

14-10-2017

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2017/10/13/news/fa-danni-alle-auto-la-polizia-lo-arresta-due-volte-in-tre-giorni-1.15983940?ref=fbfmv

UDINE. È salito su un’auto parcheggiata in viale Leopardi (una Kia) e, con una grossa pietra, ha mandato in frantumi il parabrezza. Poi è salito sul tettuccio di una Ford e ha finito per danneggiare anche quella.
Per questo un giovane algerino, Kamal Darbeka, diciotto anni, senza fissa dimora, è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di danneggiamento. Per lo stesso motivo e anche per lesioni era stato arrestato anche martedì scorso, 10 ottobre.
Quando è stato controllato dagli agenti della Squadra volante aveva in tasca un collo di bottiglia e, quindi, sarà anche chiamato a rispondere dell’accusa di porto di oggetti atti a offendere.

I fatti risalgono a giovedì sera, 12 ottobre, e sono avvenuti pochi minuti prima delle 23. Sono stati gli stessi cittadini residenti in viale Leopardi, udendo rumori fortissimi, a chiedere aiuto alle froze dlel’ordine telefonando al Numero unico d’emergenza 112.

Un amico del diciottenne algerino, un cittadino algerino di 32 anni, si è accorto che alcuni abitanti si erano affacciati alle finestre e li ha minacciati per indurli a tornare dentro e a non allertare la forza pubblica. Per questo comportamento anche il trentaduenne è stato denunciato a piede libero per minaccia aggravata.

E martedì sera due giovani nordafricani erano stati arrestati dalla polizia: avevano malmenato un dipendente del kebab-pizzeria al taglio Newroz di viale Europa Unita, messo a soqquadro il locale e mandato all’ospedale un cliente. Uno di loro era proprio Kamal Darbaka, algerino di 18 anni e l’altro un diciannovenne marocchino.
E tutto per cosa? Per un motivo banalissimo: si erano rifiutati di restituire a un avventore l’accendino che gli era stato prestato poco prima.
E il titolare del locale, un iracheno trentenne, si era imposto, strappando di mano a uno dei due giovani lo “zippo” della discordia.
Un affronto per i due nordafricani che hanno picchiato il dipendente del kebab causandogli ferite giudicate guaribili in un mese.

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Udine

RSS Feed Widget

One comment on “Algerino distrugge auto residenti: “Non vi azzardate a chiamare Polizia”

  1. mann333 scrive:

    Ma volete espellere questi bastardi algerini e marocchini tunisini, non hanno diritto di stare sul suolo Italiano e poi con tutto cio che fanno uno Stato serio gli avrebbe già espulsi, ma io parlo di uno Stato serio mica di quello Italiano

Lascia un commento