Africano minaccia di morte capotreno e aggredisce poliziotti

10-04-2016

Un migrante africano ha minacciato di morte il capotreno, accusandolo di essere razzista, soltanto per avergli chiesto di esibire il biglietto a bordo del convoglio. Non contento poi, all’arrivo della Polizia di Stato, si è scagliato contro gli agenti che lo hanno immobilizzato e arrestato.

Protagonista dell’ennesimo episodio violento a bordo di un treno giovedì sera a Monza è stato un ragazzo di 22 anni del Ghana, con precedenti specifici per violenza contro le forze dell’ordine e con problemi psichiatrici. Il giovane, robusto e altissimo, ha reagito male alla richiesta di esibire il biglietto da parte del capotreno a bordo di un convoglio della linea Milano-Lecco in transito dalla stazione di Monza. Il 22enne lo ha aggredito verbalmente e minacciato di morte fino a costringere l’uomo ad allertare la Polizia di Stato.

Gli uomini del commissariato di viale Romagna si sono precipitati in stazione dove hanno trovato il 22enne fuori controllo che ha tentato anche di scagliarsi contro gli agenti e di aggredirli. I poliziotti monzesi, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine di Milano, hanno immobilizzato e arrestato il ragazzo per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Alla luce dei suoi problemi psichiatrici è stato assistito sul posto dal 118 e trasferito al San Gerardo di Monza dove è stato visitato da un medico nel reparto di Psichiatria e poi accompagnato per motivi di sicurezza nel carcere di Monza dove è stato sedato. Venerdì mattina, in seguito alla direttissima, l’arresto è stato convalidato ma l’avvocato del 22enne ha avanzato una richiesta per sottoporre il giovane a una perizia psichiatrica.

Potrebbe interessarti: http://www.monzatoday.it/cronaca/minaccia-capotreno-aggredisce-polizia.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Monza

RSS Feed Widget

Lascia un commento