Africano accoltella 3 persone in 1 mese: è clandestino ma libero

20-12-2016

Ventiquattro anni, del Mali e sempre armato di coltello. Il giovane, K.M. le sue iniziali, arrestato per l’accoltellamento di un uomo alla stazione di Rieti, è lo stesso che il primo dicembre per ben due volte si è presentato in una pizzeria di Porta Romana dove prima ha aggredito una giovane armato di una lama, poi è tornato ancora per farsi valere. Solo la Polizia – che lo aveva bloccato qualche ora prima su segnalazione di un passante – gli ha evitato il linciaggio LEGGI.
Come detto, lo scorso 16 dicembre con il suo coltello, il clandestino ha colpito ancora. Stavolta ferendo un uomo che con la compagna si trovava in auto, in tarda serata, alla stazione di Rieti. Prima l’ha minacciato (apparentemente senza motivo), poi gli ha sferrato un pugno e una coltellata alle spalle, spedendo il malcapitato all’ospedale di Rieti (poi trasferito al Gemelli).
Senza fissa dimora e senza permesso di soggiorno regolare, ora è in carcere. E delle segnalazioni arrivate in redazione, dicono che il giovane del Mali è ben conosciuto in città per il temperamento irruento e pretenzioso.

Il clandestino che ha accoltellato un uomo alla stazione è lo stesso della doppia aggressione in pizzeria a Porta Romana

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Rieti

RSS Feed Widget

Lascia un commento