A 15 anni è una ladra provetta: vive in un campo nomadi

30-03-2015

A quindici anni era già “maestra” di borseggi, almeno a giudicare dalla sfilza di precedenti che già aveva accumulato nonostante la giovane età. Per lei, però, sabato sera, i piani sono saltati assieme a quelli di altre due o tre complici. Merito di un passeggero di un Frecciarossa in partenza da Venezia Santa Lucia e diretto a Roma Termini che si è accorto subito di essere stato derubato del portafoglio. La giovanissima, nomade croata residente in un campo della periferia della Capitale, è stata bloccata dagli agenti della polizia ferroviaria nonostante il suo tentativo di fuga (andato in porto invece per le sue sodàli.

Il turista saudita subito dopo il tentato colpo ha richiamato l’attenzione del capotreno e degli agenti della polfer, mentre l’autrice del furto ha cercato di disfarsi del maltolto lanciando il portafogli tra i sedili del vagone del treno. Una manovra che però è stata vista dai presenti. Di conseguenza il bottino è stato restituito al legittimo proprietario, e la ladruncola è stata fatta scendere dal convoglio.

Priva di documenti, all’inizio la 15enne aveva dichiarato un’identità “pulita”. Ma le forze dell’ordine non l’hanno bevuta e hanno deciso di sottoporre la ragazza a un foto-riconoscimento e all’analisi delle impronte digitali. Alla fine è saltata fuori la verità: la 15enne era già stata fotosegnalata undici volte negli ultimi due anni, fornendo svariati alias. Inevitabile per lei una denuncia per furto aggravato in concorso e per false generalità.

Potrebbe interessarti: http://www.veneziatoday.it/cronaca/borseggiatrice-denunciata-stazione-venezia-santa-lucia.html

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Venezia

RSS Feed Widget

Lascia un commento