Search Results For “profugo”

Profugo distrugge arredi dell'albergo di Alpignano che lo ospita, ferita un'operatrice

Profugo distrugge arredi dell’albergo di Alpignano che lo ospita, ferita un’operatrice  Quotidiano Piemontese

Furti a Treviso, ex profugo arrestato e rimesso in libertà

Furti in centro storico a Treviso, ex profugo arrestato e rimesso in libertà  TrevisoToday

Schio. Niente residenza al profugo, il tribunale dà ragione al Comune

Schio. Niente residenza al profugo, il tribunale dà ragione al Comune  altovicentinonline.it

Profugo: calci e pugni a carabiniere per evitare controllo

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/02/10/calci-e-pugni-a-cc-per-evitare-controllo_5cc99646-fd06-4e61-9ca9-9deae6ef3acd.html

 BOLOGNA, 10 FEB – Calci e pugni a un carabiniere per tentare di sfuggire a un controllo antidroga. È successo sabato sera a Bologna in un parcheggio adiacente a piazza XX Settembre, in zona stazione, ritenuto luogo di ritrovo per spacciatori.
    Nonostante una grave ferita alla spalla, il militare è riuscito a immobilizzare l’aggressore, un ragazzo di 31 anni di nazionalità nigeriana, e ad arrestarlo. Il carabiniere del nucleo radiomobile è stato medicato all’ospedale Maggiore ed è stato dimesso con una prognosi di trenta giorni.
    La pattuglia aveva deciso di identificare il 31enne dopo averlo visto aggirarsi con fare sospetto insieme a un’altra persona. L’uomo, che risulta in Italia come richiedente asilo, è disoccupato e senza fissa dimora. Ha precedenti di polizia specifici, oltre a un divieto di dimora nella Città Metropolitana di Bologna che non ha rispettato. Risponderà di resistenza e lesioni a un pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di 5 grammi di marijuana che aveva con sé.

Profugo mantenuto dagli italiani spacciava ai loro figli

Vendeva droga agli studenti ad Ivrea, arrestato

Vendeva droga agli studenti ad Ivrea, arrestato. Diciottenne nei guai per spaccio e utilizzo di droga.

Vendeva droga agli studenti ad Ivrea, arrestato

E’ un 18enne incensurato, Y.M., titolare di permesso di soggiorno con richiesta di asilo politico, che risiede ad Ivrea ad essere finito nei guai, finendo per essere arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Ivrea, i quali sono imoegnati nell’attività di contrasto al delicato fenomeno dello spaccio e dell’utilizzo di sostanze stupefacenti. Il giovane è stato beccato mentre stava cedendo stupefacenti agli studenti eporediesi.

Il giovane “beccato” in flagranza di reato

Nel corso di specifici servizi predisposti nella giurisdizione di competenza i militari dell’Arma hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio. In particolare, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel corso di un servizio perlustrativo nell’area del Parco Dora Baltea di Ivrea, sottoponevano a perquisizione personale il giovane straniero, intento a cedere stupefacente a giovani studenti nelle adiacenze dell’Istituto Superiore “Giovanni Cena” di Ivrea, rinvenendogli indosso circa 20 grammi di “marijuana” unicamente a denaro contante, ritenuto provento di attività illecita ed un bilancino di precisione.Leggi anche:  Ruba escavatore e autocarro a Lessolo, arrestato

Altri 200 grammi di marijuna rinvenuta in casa

Una successiva perquisizione domiciliare consentiva di ritrovare ulteriori 200 grammi di analoga sostanza stupefacente che venivano sottoposti sotto sequestro. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria eporediese il giovane è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida fissata nei prossimi giorni.

Tenta di baciare la figlia 11enne del proprietario di un hotel. Profugo a processo

Tenta di baciare la figlia 11enne del proprietario di un hotel. Profugo a processo  ChiamamiCittà

Profugo liberiano picchia volontaria e militari: non vuole lasciare l’accoglienza

FASANO, BRINDISI – Viene espulso dal Cara e prima si scaglia contro la direttrice del centro e poi aggredisce i carabinieri: è successo a Fasano dove un 21enne originario della Liberia, Vafee Kaba, ha dato in escandescenze dopo aver ricevuto la notifica di un provvedimento di revoca di accoglienza presso un centro della zona.

Come scrive lagazzettadelmezzogiorno.it, il giovane, in preda alla collera, ha strattonato e insultato la responsabile del centro. Successivamente si è introdotto con forza all’interno della struttura e ha minacciato e spintonato anche due carabinieri del Norm della locale compagnia che erano intervenuti su richiesta della stessa direttrice, provocando loro lievi lesioni.

Il 21enne, quindi, è stato arrestato in flagranza di reato per resistenza, violenza, minaccia e lesioni a pubblici ufficiali e violazione di domicilio. Di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, ed è stato portato in carcere.

Di nuovo in manette il profugo ‘innamorato’

Di nuovo in manette il profugo innamorato  Il Tirreno

Il profugo accusato di stupro era ospite di una Onlus indagata

Il migrante accusato di stupro era ospite di una Onlus indagata  ilGiornale.it

Padova. Ragazza stuprata dal profugo. Porsche e vestiti firmati: la bella vita di Peter Chiebuka

Padova. Ragazza stuprata dal profugo. Porsche e vestiti firmati: la bella vita di Peter Chiebuka  Il Gazzettino