Immigrati in monopattino rapinano passanti

31-05-2020

Pregiudicati, cercano di rubare una borsa e scappano coi monopattini. Prima il furto. Poi il tentativo di (rischiosa) fuga in monopattino. Gli agenti della squadra mobile della Questura di Milano, infatti, hanno arrestato un venezuelano 40enne e un cubano di qualche anno più anziano per rapina impropria.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine venerdì, verso l’ora di pranzo, gli agenti hanno notato i due uomini che, con fare sospetto, osservavano le borse e gli zaini delle persone sedute ai tavoli per pranzare e hanno deciso di seguirli. I due si muovevano utilizzando monopattini elettrici ed erano in costante comunicazione tra loro mediante gli auricolari.

Giunti in piazza del Carmine (zona Brera), dopo essersi scambiati alcuni cenni di intesa e avere individuato la vittima, hanno parcheggiato i monopattini e si sono divisi sedendosi ai tavolini esterni di un ristorante, vicino al malcapitato. Uno dei due ha chiamato il cameriere per distrarlo; il complice, così, ha iniziato ad agire indisturbato. Dapprima ha coperto con la propria giacca lo zaino di un uomo che stava pranzando con un amico e poi, dopo averlo afferrato, si è alzato incamminandosi verso via del Carmine. Anche il complice, in quel momento, si è alzato da tavola cercando di allontanarsi frettolosamente.

I poliziotti hanno fermato subito i due uomini che stavano tentando di recuperare i monopattini per fuggire. Entrambi pregiudicati, hanno opposto resistenza e sono stati arrestati per rapina impropria. La borsa, contenente documenti personali, computer aziendale, carte di credito e chiavi di un’auto di grossa cilindrata, è stata recuperata e restituita alla parte lesa, un 40enne cittadino italiano.“

http://centro.milanotoday.it

EVIDENZA, Milano

RSS Feed Widget

Lascia un commento