Immigrato prende a pugni intera famiglia

27-09-2019

Attimi di paura davanti a un supermercato a Pandino, comune in provincia di Cremona, dove un immigrato irregolare, come raccontato da ilGiorno, avrebbe preso a pugni una intera famiglia.

Alla fine sono dovuti intervenire i carabinieri che hanno fermato e preso in consegna l’uomo. Secondo quanto ricostruito tutto sarebbe iniziato quando lo straniero, risultato in seguito un immigrato irregolare nel nostro Paese, ha avvicinato e molestato una donna davanti a un supermercato. L’uomo sembra stesse chiedendo l’elemosina.

Quando la signora è tornata a casa ha raccontato quanto avvenuto al proprio marito. Questi ha quindi deciso di accompagnare la moglie al supermercato, con tanto di figlie piccole al seguito. Una volta arrivata la famigliola davanti all’esercizio commerciale, il coniuge si è fermato a chiacchierare con il fratello e il nipote, incontrati per caso, mentre la consorte è andata a prendere il carrello.

Durante il tragitto è però stata nuovamente avvicinata dal 35enne straniero, presa per un braccio e strattonata. I tre uomini si sono precipitati dalla donna per cercare di aiutarla ma, quando hanno chiesto all’uomo spiegazioni, di tutta risposta questi ha sferrato al marito della vittima un pugno in piena faccia. Subito dopo si è scagliato contro il nipote, un ragazzo di 20 anni, colpendolo al volto con una bottiglia. La famiglia, feriti compresi, ha cercato quindi rifugio all’interno del supermercato, preoccupata di mettere al sicuro le due bambine. Sono quindi intervenuti i carabinieri che hanno bloccato lo straniero, con bottiglia rotta alla mano, e lo hanno preso in custodia. L’ambulanza del 118 si è occupata di trasferire il ragazzo aggredito al pronto soccorso dove ha ricevuto tre punti di sutura sul sopracciglio e cinque giorni di prognosi.

Il sindaco, Piergiacomo Bonaventi, ha voluto commentatre l’episodio e dare alcune spiegazioni in proposito “Esiste già un’ordinanza che impedisce di mendicare. Da oggi ho dato disposizione alla polizia locale di controllare queste persone, che alla fine sono cinque. Due episodi in poche ore fanno pensare. Domenica sera uno straniero ubriaco ha preso a calci le auto in paese. Hanno dovuto sedarlo per portarlo via. Mercoledì il fatto del supermercato: tutto questo impone di prendere provvedimenti senza attendere fatti peggiori”.

Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento