Profugo nudo devasta auto, tenta di uccidere donna a mazzate – VIDEO

27-01-2019

Terrore a Bolzano. Questa mattina, attorno alle 7.30, un profugo che si aggirava per la zona industriale completamente nudo, ha distrutto, con una mazza, le auto parcheggiate.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ un ospite del centro di accoglienza Ex Ali Market di via Gobetti. Prima di uscire dalla struttura ha aggredito anche un operatore della Croce rossa.

Un operatore che lavora al centro profughi ex Alimarket a Bolzano – di 34 anni, del Togo – al momento di prendere servizio stamane ha dato in escandescenze.Ha prima selvaggiamente pestato un suo collega della Croce Rossa, anche lui straniero, che cercava di calmarlo. Poi ha sfasciato tutto quello che gli capitava a tiro dentro la struttura.Una volta uscito, diretto verso il centro commerciale Centrum, semi nudo, alterato e armato di un bastone e di una spranga, ha spaccato vetrine e danneggiato una dozzina di veicoli in sosta.Preso a sprangate anche il lunotto dell'auto di una coppia che passava dalla strada e si è fermata alla vista dell'uomo. Nessuno dei due si è ferito.Le forze dell'ordine sono riuscite a bloccarlo dopo circa mezz'ora.Intervenuta anche una guardia giurata, la prima a tentare un placcaggio.Il collega dell'arrestato e quattro fra poliziotti e carabinieri, tutti contusi, sono finiti al pronto soccorso.Il protagonista della vicenda si trova ora piantonato in ospedale.È in stato di arresto per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.Nel video l’uomo brandisce un bastone seguito a distanza da una vettura della polizia.Ulteriori dettagli nel corso della giornata saranno aggiunti a questo post.

Posted by Tgr Rai Alto Adige on Saturday, January 26, 2019

Uscito dalla struttura si è diretto verso il Centro commerciale Centrum, si è procurato una spranga di ferro e un bastone, con cui ha danneggiato delle auto in sosta e anche le vetrine di una concessionaria, ma carabinieri e polizia lo hanno raggiunto. L’uomo, 35 anni, del Togo, ha cercato di aggredire anche le forze dell’ordine e ha danneggiato alcuni mezzi di servizio, poi è stato bloccato e arrestato per violenza a pubblico ufficiale, porto di oggetti atti a offendere e danneggiamento aggravato. Medicato in pronto soccorso e controllato per tentare di trovare le cause del suo comportamento, il migrante è stato portato in carcere a Bolzano. Medicati per contusioni anche due carabinieri e due poliziotti.

Drammatica la testimonianza di Domenico Adamo, che ha pubblicato su Facebook le foto dell’auto distrutta: “Mi scuso in anticipo per lo sfogo questa è la mia auto dove dentro c’era mia moglie che si stava recando al lavoro, ed è stata aggredita in via Galvani da un ospite del centro di accoglienza completamente nudo con una spranga di ferro puntando dritto su di lei per amazzarla”.

La reazione di Salvini:

#Bolzano, all’esterno del centro di accoglienza “Ex Alimarket” il cittadino del Togo Amidù SALIFU, 35enne, dopo essersi DENUDATO ha iniziato a colpire con una mazza le vetrate di una concessionaria di auto. (1/3)— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) 27 gennaio 2019

ARTICOLI CORRELATI

Bologna, EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento