Doveva essere espulso, invece molesta studentessa

25-11-2018

https://laprovinciapavese.gelocal.it/pavia/cronaca/2018/11/24/news/aggredisce-in-strada-studentessa-20enne-e-finisce-in-manette-1.17494259?fbclid=IwAR24Y5ET_Z5glZbT1lG2GlYTOvS0dfr1KTr2Eu8JjYCheWVKsr0d5DI6zqE


PAVIA. Ha cercato di rapinare in piena notte una studentessa 20enne che stava rientrando a casa. Tarik El Makaoui, un cittadino del Marocco di 27 anni, è stato arrestato dagli agenti della squadra volante. L’indagine è stata effettuata dai colleghi della squadra mobile.

Ordine di espulsione. Il giovane nordafricano il 31 agosto scorso era stato raggiunto da un ordine di espulsione firmato dal prefetto di Milano. La vicenda risale ad alcune notti fa. La studentessa poco dopo le 2 è uscita da un appartamento dove aveva partecipato ad una festa. E’ arrivata dalla stazione ferroviaria e ha imboccato corso Cavour per rientrare a casa. Non si è accorta che il giovane marocchino la stava seguendo dalla stazione. Probabilmente aveva adocchiato la ragazza sola e aveva deciso di rapinarla.

Bisogna ricordare che il giovane è stato anche indagato per violenza sessuale. La studentessa è entrata in un piccolo vicolo che porta verso piazza Botta e qui è scattato l’agguato. Sono stati attimi drammatici. La ragazza all’angolo della gelateria «La romana» si era accorta di essere seguita e aveva allungato decisamente il passo. Ma l’aggressore l’aveva seguita dalla parte opposta della strada e si era alzato il cappuccio in testa per evitare di essere riconosciuto dalle immagini delle telecamere.

Poi l’aveva aggredita strattonandola contro un muro. Aveva cercato di strapparle la borsa e la giovane aveva resistito con tutte le forze che aveva. Si è messa a urlare e un residente si è affacciato alla finestra di casa. Anche lui si è messo a gridare e l’aggressore, che ha anche cercato di impossessarsi dello smartphone della studentessa, è fuggito.

La giovane, spaventatissima, si è messa a correre sino in piazza Della vittoria dove ha incontrato altri studenti spagnoli che l’hanno aiutata. Poi la telefonata al 113. Gli investigatori della squadra mobile hanno aperto un’inchiesta e, in pochi giorni, hanno identificato l’aggressore. Tarik El Makaoui è stato arrestato in via Riviera dalla volante. Poi è stato portato in carcere.

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento