Bimbo trascinato in campo profughi: violenza sessuale

04-10-2018

Terrificante pomeriggio ad Aversa. E’ accaduto ieri: un bambino di 8 anni residente al parco Pozzi ha rischiato una violenza sessuale.

Un immigrato di origine pakistana ha tentato di abusare di un bambino di Aversa. L’aggressore, assiduo frequentatore della zona, spesso alla Caritas, avrebbe avvicinato la piccola vittima in via San Francesco di Paola e condotto in seguito all’ex campo profughi con una scusa, nei pressi della fontana centrale. L’uomo si sarebbe poi spogliato, mostrando i genitali, e avrebbe tentato di palpeggiarlo. Il bimbo è riuscito fortunatamente a fuggire e, una volta a casa, ha raccontato tutto alla madre. La donna ha sporto denuncia. La scena, come riportato da Edizione Caserta, è stata ripresa dalle telecamere del Comune.

I Carabinieri di Aversa hanno identificato l’uomo e lo hanno arrestato per strada, dopo averlo cercato presso la Caritas. Non si tratterebbe di un episodio isolato. Il pakistano, infatti, secondo alcuni residenti della zona, avrebbe già inscenato altre volte lo stesso copione. Una 13enne del parco Pozzi ha raccontato una storia simile accaduta qualche giorno fa nello stesso luogo.

I due ragazzi saranno seguiti da uno psicologo. Lo straniero è stato fermato con l’accusa di violenza sessuale e trasferito a Poggioreale

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Napoli

RSS Feed Widget

Lascia un commento