Profugo arrestato per furto subito liberato a Lecco

17-08-2018

Chiede asilo e protezione agli italiani ma non ricambia nel migliore dei modi l’accoglienza ricevuta: un 20enne della Guinea, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Colico per furto aggravato. L’uomo era già noto alle forze di Polizia.

http://www.corrieredilecco.it/dettaglio.php?id=ODA3OA==&idc=Mg==&idc2=MQ==&titolo=17954Colico%2C+un+altro+asilante+%22ingrato%22%3A+arrestato+per+furto+%28e+liberato%29

Un altro profugo, peraltro scappato da un paese africano dove non vi sono guerre ma che offre soprattutto lavoro agricolo ai propri cittadini, finisce nei guai dalle nostre parti. Appena l’altro giorno, tre profughi erano stati arrestati a Lecco per aver scatenato una violenta rissa a bottigliate.

Alle 13 circa di ieri, i Carabinieri hanno ricevuto la chiamata di un colichese a cui era stata appena rubata la propria bicicletta lasciata all’esterno dell’ufficio postale di Colico. Immediatamente allertati i militari già in servizio di controllo del territorio, il ladro è stato individuato poco distante dal luogo del furto ancora in sella alla bicicletta.

L’asilante è stato bloccato ed arrestato dopo un breve inseguimento e la refurtiva riconsegnata al legittimo proprietario. Nella mattinata odierna l’africano è stato condotto presso il Tribunale di Lecco per il giudizio direttissimo a seguito del quale il giudice ha convalidato l’arresto compiuto dai militari, ma ha rimesso il libertà il reo.

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Lecco

RSS Feed Widget

Lascia un commento