Milano: egiziani gli stupratori dell’androne

04-12-2014

MILANO – Appena arrivata a Milano per uno stage presso un albergo a Saronno, ha subito una brutale aggressione nell’androne del palazzo di viale Monza 109 in cui aveva affittato una stanza da parte di tre egiziani, due dei quali ora sono stati arrestati dai vigili per violenza sessuale di gruppo aggravata da circostanze di tempo e luogo tali da ostacolare privata difesa. La vittima è una ragazza di 23 anni, da poco laureatasi in Agraria in Italia, che la sera dell’aggressione è stata pedinata dalla stazione Centrale fino a casa.

L’aggressione risale allo scorso 19 luglio. I tre aggressori sono stati messi in fuga dall’arrivo di una volante chiamata dai vicini della giovane, che avevano sentito le sue grida d’aiuto.
L’episodio per il quale sono stati emesse tre ordinanze di custodia cautelare (due delle quali eseguite in carcere) era accaduto nel luglio scorso quando una donna di 23 anni era prima stata seguita a bordo della metropolitana e poi aggredita nell’androne di casa, in viale Monza, da tre uomini, egiziani che, hanno stabilito le indagini, avevano cercato di violentarla e l’avevano presa a calci e pugni con ferocia. La ragazza era riuscita a divincolarsi e a dare l’allarme mentre i tre
erano fuggiti. La sera stessa, e anche nei giorni successivi, altre due persone l’avevano minacciata di morte perchè non parlasse.
La donna, invece, il giorno dopo la violenza aveva sporto denuncia ed erano cominciate le indagini della polizia locale che hanno portato agli arresti e a tre denuncie per favoreggiamento e minacce.

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/milano_saronno_stupro_polizia_locale/notizie/1046926.shtml

Related Post

Related Post

EVIDENZA, Milano

RSS Feed Widget

Lascia un commento