Incinta, marito tunisino la costringeva a portare droga nella vagina e nel retto

23-09-2014

FOLLIA Incinta ma costretta a portare in grembo sia il bambino che la droga

Era incinta di 7 mesi ma nonostante questo era stata costretta dal marito-trafficante ad inserire nella vagina e nell’ampolla rettale ovuli per 140 grammi di eroina e cocaina. Ha rischiato in caso di rottura di compromettere la gravidanza ormai giunta nella fase finale.

La scoperta è stata fatta dalla Squadra Mobile di Perugia che seguiva da tempo alcuni trafficanti che importavano droga per il mercato di Perugia. In manette sono finiti il marito tunisino di 36 anni, una ragazza italiana di 22 anni e un altro tunisino di 32 anni, quest’ultimo era il destinatario della partita di droga.

Potrebbe interessarti: http://www.perugiatoday.it/cronaca/incinta-costretta-trasporto-parti-intime-droga.html

Ormai sono note le coppie miste magrebino-italiana: spacciatore e drogata.

RelatedPost

EVIDENZA, Perugia

RSS Feed Widget

Lascia un commento