Marocchino di 15 anni: ha già stuprato due donne, vogliono lasciarlo libero

10-07-2014

Esplora il significato del termine: Al Beccaria era finito a 15 anni per violenza sessuale nei confronti di due donne, compiute in due giorni diversi (ma le vittime sarebbero tre). Ora di anni ne ha 16, ma resterà ancora recluso almeno fino a che la difesa non valuterà il da farsi. È stato infatti condannato a 5 anni e dieci mesi, in abbreviato, il ragazzino di origini marocchine che tra il 17 e il 19 novembre scorso, dopo essere scappato dalla comunità protetta in cui viveva, abusò di due donne: Ivana, 40enne di Ospitaletto, aggredita fuori casa, e Valentina, 29enne di Trenzano abbordata due giorni dopo all’uscita dal lavoro. E poi c’è Viviana, 32 anni, della Bassa. Che raccontò di essere stata aggredita, a fine estate, da un giovane che poteva corrispondere a quello arrestato. È tornata dai carabinieri. E l’ha riconosciuto. Tanto che il sedicenne è stato condannato non solo per violenza sessuale, ma anche per sequestro di persona e rapina impropria: una riuscita e una tentata, un anno fa, ai danni di un transessuale con cui aveva consumato un rapporto a pagamento. Così hanno deciso i giudici del Tribunale dei minori (nella foto) dopo l’unificazione in una sola discussione dei tre procedimenti in abbreviato a carico del minore a cui – dopo il confronto di perizie e consulenze – è stato riconosciuto un vizio parziale di mente. Sarebbe affetto, insomma, da un disturbo di condotta (delle sue «gesta» si era persino vantato con un compagno di scuola. Al Beccaria era finito a 15 anni per violenza sessuale nei confronti di due donne, compiute in due giorni diversi (ma le vittime sarebbero tre). Ora di anni ne ha 16, ma resterà ancora recluso almeno fino a che la difesa non valuterà il da farsi. È stato infatti condannato a 5 anni e dieci mesi, in abbreviato, il ragazzino di origini marocchine che tra il 17 e il 19 novembre scorso, dopo essere scappato dalla comunità protetta in cui viveva, abusò di due donne: Ivana, 40enne di Ospitaletto, aggredita fuori casa, e Valentina, 29enne di Trenzano abbordata due giorni dopo all’uscita dal lavoro. E poi c’è Viviana, 32 anni, della Bassa. Che raccontò di essere stata aggredita, a fine estate, da un giovane che poteva corrispondere a quello arrestato. È tornata dai carabinieri. E l’ha riconosciuto. Tanto che il sedicenne è stato condannato non solo per violenza sessuale, ma anche per sequestro di persona e rapina impropria: una riuscita e una tentata, un anno fa, ai danni di un transessuale con cui aveva consumato un rapporto a pagamento. Così hanno deciso i giudici del Tribunale dei minori (nella foto) dopo l’unificazione in una sola discussione dei tre procedimenti in abbreviato a carico del minore a cui – dopo il confronto di perizie e consulenze – è stato riconosciuto un vizio parziale di mente. Sarebbe affetto, insomma, da un disturbo di condotta (delle sue «gesta» si era persino vantato con un compagno di scuola.

http://brescia.corriere.it/notizie/cronaca/14_luglio_09/a-15-anni-violento-due-donne-trenzano-ospitaletto-condannato-5-anni-0c42b546-075f-11e4-99f4-bbf372cd3a67.shtml

RelatedPost

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento