Immigrati irrompono in camera: coppietta pestata a sangue

02-07-2014

Lido delle Nazioni. Hanno fatto irruzione in un residence di Lido Nazioni, in viale Lungomare Italia, hanno picchiato brutalmente una coppia rapinandola di 60 euro, un mazzo di chiavi e una felpa, quindi sono stati rintracciati, arrestati e portati in carcere.

Una scorribanda notturna, violenta e probabilmente puntando a un obiettivo a caso, quella messa in atto da tre nomadi di origine serba ma nati in Italia e residenti nel copparese assieme a un complice marocchino di 18 anni, con precedenti. Per quest’ultimo, che sarebbe rimasto all’interno dell’auto mentre gli altri tre compivano la rapina, è scattata una denuncia a piede libero, mentre per il 21enne I.S., per il 30enne T.M. e per un 17enne sono scattate le manette e si sono spalancate le porte del carcere di Ferrara (il minore è stato accompagnato presso il centro di prima accoglienza di Bologna).

Secondo quanto riferito dalle due vittime, una coppia in vacanza ai lidi (il 33enne F.G. e la 25enne T.A.), i tre hanno fatto irruzione nell’appartamento da una finestra sul lato posteriore dell’edificio e hanno subito aggredito entrambi con calci e pugni, prima di farsi consegnare i pochi soldi che avevano con sé. Sono stati momenti di terrore per la coppia, che fortunatamente non ha riportato conseguenze gravi dalla violenza subìta: 25 giorni di prognosi per la ragazza per contusioni multiple e 7 giorni per il ragazzo. Dopo la rapina i tre si sono dati alla fuga a bordo di un’auto e la coppia aggredita ha avuto la presenza di spirito di annotare, anche se parzialmente, il numero della targa.

Un particolare, quest’ultimo, che ha permesso ai carabinieri di Comacchio, in collaborazione con i colleghi della Stazione di Ambrogio e del Norm di Copparo, di rintracciare e arrestare gli autori poche ore dopo, presso le rispettive abitazioni nel copparese. Dovranno ora rispondere di rapina aggravata in concorso.

http://www.estense.com/?p=395731

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Ferrara

RSS Feed Widget

Lascia un commento