‘Mi ha guardato male’: tunisino pesta ragazza, la folla vuole linciarlo

19-05-2014

 

PISA. Passeggiare in Corso Italia e prendersi uno schiaffone in faccia. Senza un perché. «Non so perché ha scelto proprio me – racconta la giovane, dolorante sul selciato prima del trasferimento a Cisanello –. Ero davanti a un negozio quando ho ricevuto come una manata sul lato destro del volto. Nella caduta sono finita a terra e ho battuto la testa».

L’aggressore, Sami Khitiri, 39 anni, tunisino conosciuto nel sottobosco che gravita intorno alla stazione, è stato inseguito da alcuni passanti e poi bloccato dai vigili urbani in piazza XX Settembre. È stato ammanettato e portato al comando di via Battisti, dove è stato denunciato per lesioni e rimesso in libertà.

Intorno c’è chi ha gridato: «Datelo a noi, non lo portate via». Ma anche: «Queste cose valle a fare nel tuo Paese». La rabbia dei passanti è montata quando hanno visto la giovane commessa a terra e il nordafricano correre lontano Ai vigili l’uomo ha detto di aver reagito in quel modo perché la giovane lo aveva guardato male. Una versione che è stata smentita dai testimoni dell’aggressione. Il prefetto Francesco Tagliente ha firmato il decreto di espulsione per il tunisino.

http://iltirreno.gelocal.it/lucca/cronaca/2014/05/18/news/colpisce-una-commessa-al-viso-e-scappa-1.9245852

Ma perché, se lo avesse ‘guardato male’, allora doveva essere picchiata?

Il decreto del signor prefetto vale nulla, se non viene accompagnato e imbarcato su un aereo, e poi perché, non firmarlo prima, visto che era ‘conosciuto nel sottobosco che…

 

 

RelatedPost

EVIDENZA, Pisa

RSS Feed Widget

Lascia un commento