Ragazzini aggrediti da baby-gang di immigrati

11-12-2013

Varese – Giovani, bulli e rapinatori: coppia di fidanzatini aggredita in centro. Picchiati in corso Moro alle 18.30 dell’altro giorno perché non volevano consegnare il loro zaino alla gang.
Un’azione da Arancia Meccanica sventata dall’arrivo delle volanti della questura e, ancor prima, dall’intervento di un poliziotto fuori servizio che, capito cosa stesse accadendo, si è lanciato sul gruppetto di violenti mettendoli in fuga.
I fatti sono semplici. Corso Moro, pieno centro cittadino, un pomeriggio già in odor di acquisti natalizi. Le due vittime, lui 18 anni, lei 17 anni.
In corso Moro hanno sede parecchi negozi, molti dei quali vendono articoli particolarmente amati dai ragazzi tra abbigliamento, sport, accessori e trucchi. Sotto quei portici è sempre un bailamme e lo sapevano molto bene anche i quattro aggressori.
Anche loro giovanissimi tra i 18 e i 25 anni, maghrebini, almeno stando alla descrizione non dettagliata fornita da vittime e testimoni.
L’azione del resto è durata meno di un minuto: impossibile notare qualcosa di più. I quattro, ben vestiti, taglio alla moda, jeans di marca, bighellonavano davanti alle vetrine. Ragazzi normali. Quando hanno avvistato la coppietta, però, hanno dimostrato di avere mire diverse dallo shopping. Bulli e violenti. I due malcapitati si sono ritrovati circondati in un secondo: loro due soli in mezzo al capannello che tra l’altro impediva ai passanti di capire cosa stesse accadendo.
Una rapina. I quattro volevano tutto: soldi, cellulari, lo zaino che il ragazzo preso di mira portava sulle spalle. I due hanno esitato cercando di non cedere e sono scattate le botte.

http://www.laprovinciadivarese.it/stories/Cronaca/i-bulli-attaccano-in-corso-moro-pestati-in-centro-due-fidanzatini_1036654_11/

EVIDENZA, Varese

RSS Feed Widget

Lascia un commento