Se la riconoscete chiamate i CC: è la zingara che ruba le pensioni agli anziani

03-11-2013

alt

Ha patteggiato un anno e quattro mesi di pena (senza la sospensione condizionale) la 27enne romena Simona Zaharia, difesa dall’avvocato del foro di Como Rosella Pitrone.
La donna è stata accusata della rapina ai danni di un 73enne pensionato di Rovello Porro andata in scena nel pomeriggio di venerdì. La ragazza, in arrivo da un campo nomadi del Milanese, è stata arrestata dai carabinieri della stazione di Turate che ora stanno proseguendo le indagini sul suo conto, in quanto la 27enne è sospettata di aver commesso altri blitz simili ai danni di anziani della zona. Per questo è stata presa la decisione di diffondere la foto dell’arrestata.

I carabinieri della compagnia di Cantù chiedono pertanto – alle eventuali vittime della 27enne riconosciuta nell’immagine di questa pagina – di chiamare il numero telefonico sempre attivo 031.7182900.
Tornando a venerdì a Rovello Porro, la romena ha seguito un anziano 73enne che camminava lungo la via Piave. L’uomo aveva in tasca i soldi della pensione prelevata il giorno prima, circa 870 euro.
La 27enne con una scusa si è avvicinata, ha iniziato a chiedere insistentemente l’elemosina per poi iniziare ad allungare le mani infilandole nella tasche della vittima che, pare, sarebbe stato anche più volte strattonato (da qui si è poi configurata la rapina e non il furto con strappo come pareva in un primo momento). Alla fine la nomade è riuscita nel suo intento, prendendo il portafoglio e scappando. Una scena vista da un cittadino che ha allertato i carabinieri di Turate. I militari, una volta giunti sul posto, hanno arrestato la romena e recuperato gli 870 euro della pensione che sono poi stati restituiti all’anziano. La 27enne è stata invece arrestata e, dopo una notte in camera di sicurezza nella caserma di Turate, è comparsa ieri mattina in tribunale.
La procura di Como, come detto, ha contestato alla nomade – con molti precedenti e ben conosciuta alle forze dell’ordine – l’accusa di rapina e alla fine la scelta è caduta sul patteggiamento a una pena di un anno e 4 mesi senza la sospensione condizionale.

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento