Perugia: soffitta usata da nordafricani come centrale di spaccio

28-09-2013

Perugia 28 settembre 2013 – E’ andata a buon fine la segnalazione di un cittadino di Elce che aveva allertato i Carabinieri, nei giorni scorsi, perchè allarmato di uno strano giro di droga e clienti che nelle ultime settimane si era intensificato. I militari hanno messo in piedi dunque una rete di pedinamenti a partire da un  gruppo di tossicodipendenti che si muovevano nel quartiere. I Carabinieri  sono risaliti a quel punto ad una soffitta angusta – si cerca di capire se è regolare l’affitto e se abbia l’abitabilità  – che è stata affittata ad un tunisino che risulterebbe regolare. Sulla porta i militari hanno subito fermato un pusher che stava per uscire per andare a spacciare: nella tasca aveva una decina di palline di eroina e cocaina. Nella casa sono stati arrestati altri due tunisini che stavano preparando altre dosi con bilancini di precisione.  Sequestrati diversi telefoni cellulari utilizzati per l’attività illegale. I tre spacciatori sono stati portati al Carcere di Capanne. “Anche questi arresti – ha spiegato il Maggiore Giovanni Cuccurullo – sono la dimostrazione di come tutte le segnalazioni dei cittadini vengano prese in considerazione. E sono oggetto anche di una verifica da parte dei nostri militari. Chiediamo ai cittadini di continuare a collaborare con noi per la sicurezza di Perugia”

http://www.perugiatoday.it/cronaca/elce-arresti-spacciatori.html

Più che la collaborazione dei cittadini, servirebbe il blocco dell’immigrazione.

 

RelatedPost

Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento