“Sono ‘migrante’, anche se ho perso ho vinto”: pretendeva soldi o avrebbe distrutto centro scommesse

25-09-2013

OSTUNI settembre 2013 – Una storia che ha dell’incredibile si è verificata intorno alle 11.00 di ieri (24 settembre) nell’agenzia scommesse ‘Eurobet’ di Ostuni, situata in Piazza Milano. Un cittadino di origini nigeriane, Martins Oleabhiele di 25 anni, intorno alle 9.30 si è recato all’interno dell’attività commerciale quando la stessa era ancora chiusa al pubblico. Lo straniero, in possesso di alcuni tichet considerati dall’uomo vincenti, pretendeva l’immediato pagamento delle vincite; ma, dalle verifiche effettuate, un’impiegata dell’attività commerciale ha appurato un errore di lettura delle giocate da parte del giovane. Vistasi negata la vincita, il nigeriano ha quindi inscenato una vera e propria sfuriata e ha intimato agli impiegati presenti in quel momento nel locale, di consegnare la somma di 600 euro, in caso contrario avrebbe distrutto l’intero locale. Temendo per la propria incolumità, alle 10.50 gli impiegati hanno lanciato l’allarme al Commissariato di Polizia di Ostuni, diretto dal vecequestore Francesco Angiuli. Alla vista dei poliziotti, il nigeriano ha modificato i termini della questione: egli stava semplicemente lamentando il mancato pagamento di una vecchia vincita. Quando, però, gli agenti hanno chiesto al nigeriano l’esibizione dei documenti per l’identificazione, il 28enne ha reagito violentemente e ha rivolto frasi ingiuriose nei confronti dei poliziotti strattonandoli con forza e accusandoli di essere d’accordo con l’impiegata dell’agenzia scommesse. Il nigeriano è stato, quindi condotto presso il commissario di polizia, dove è stato interpellato il pm di turno, sostituto procuratore Giuseppe De Nozza, che ha disposto l’arresto dello straniero. Martins Oleabhiele è ora detenuto nel carcere di Brindisi con le accuse di tentata estorsione, oltraggio, violenza, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale. Lo straniero è difeso dall’avvocato assegnato d’ufficio, Angela Panarese del Foro di Brindisi. A margine dell’attività legata all’arresto sono stati ascoltati numerosi testimoni che, sentite le urla dell’uomo, si erano avvicinati all’Eurobet.

http://govalleditria.it/notizie/news-ostuni/16745-pretende-denaro-e-minaccia-di-distruggere-leurobet-di-ostuni.html

Sono risorse.

RelatedPost

Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento