Monza: presa a calci e pugni dall’ex tunisino

23-09-2013

Prende a calci e pugni la ex e poi cerca di tagliarsi le vene con un coccio di bottiglia. Sabato sera piazza Cambiaghi, a pochi passi dal centro storico di Monza, è stata teatro di un ennesimo episodio di violenza contro le donne. Un tunisino di 28 anni, residente in Brianza, disoccupato, è stato arrestato dai carabinieri di Monza con l’accusa di stalking. Incapace di accettare la decisione della ex fidanzata di lasciarlo, le ha dato un ultimo appuntamento chiarificatore. Tuttavia, nel giro di pochi istanti, il tunisino è passato dalle parole alle percosse e poi, quando ha visto in terra sanguinante la sua ex ragazza, ha cercato di togliersi la vita con un vetro.

SANGUE A TERRA – L’allarme è stato lanciato da alcuni passanti, allarmati da una scia di sangue per terra. Seguendola, a pochi metri di distanza hanno trovato prima la ragazza, piena di lividi, e poi il ragazzo, con le braccia e i vestiti intrisi di sangue.

PERSECUZIONE – In base alla ricostruzione effettuata dai militari, i due si erano conosciuti più di un anno fa. Dopo un’iniziale frequentazione, avevano deciso di intraprendere una vera e propria relazione sentimentale durata fino a qualche mese fa, quando lei ha interrotto ogni contatto. Il ragazzo, però, non si è rassegnato a perderla e ha iniziato a perseguitarla con telefonate anonime, pedinamenti e minacce. L’ultimo atto è stata l’aggressione che è costata a entrambi il ricovero in ospedale, più l’incarcerazione per lui nella casa circondariale di via Sanquirico a Monza.

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/13_settembre_23/monza-stalker-picchia-fidanzat-minaccia-suicidio-2223256584304.shtml

Coppie miste.

Related Post

Related Post

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento