Cieco ridotto in schiavitù, arrestato immigrato bulgaro

31-08-2013

VENEZIA 31 agosto 2013 – L’accusa è pesante: riduzione in schiavitù di un connazionale non vedente, che sarebbe stato costretto a girare la città per ore, ogni giorno, per chiedere la carità. Un quarantenne di nazionalità bulgara è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Venezia, a conclusione di un’indagine che proseguiva da parecchie settimane, con pedinamenti e riprese per documentare la presunta attività illecita. Si è scoperto che ogni mattina si preoccupava di accompagnare al “lavoro” il connazionale non vedente: talvolta lo lasciava nel centro di Mestre; altre volte la destinazione era piazzale Roma e il centro storico di Venezia. Dopo una decina di ore passava a riprenderlo.

http://www.ilgazzettino.it/nordest/venezia/costringeva_un_cieco_a_chiedere_la_carit_10_ore_di_lavoro_al_giorno/notizie/320556.shtml

RelatedPost

Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento