Tunisino rapina un uomo spaccandogli bottiglia in faccia

25-08-2013

Legnano, 24 agosto 2013 –  Lo colpisce con una bottigliata in pieno viso per rubargli 500 euro. La vittima è un 30enne del  Bangladesh che lavora da tempo come lavapiatti in un ristorante di Legnano. L’uomo stava depositando in un money transfert 500 euro in contanti, quando è stato affrontato dal rapinatore, un tunisino. L’aggressione è avvenuta alle 17 in via Venegoni. Alcuni passanti che hanno assistito alla scena hanno allertato il 118. La vittima è stata così trasportata e medicata al Pronto Soccorso dell’ospedale di Legnano. Per lui una brutta frattura del setto nasale.

I cittadini hanno anche avvisato i carabinieri di Legnano che, grazie alla precisa descrizione somatica della vittima e dei testimoni che avevano assistito alla rapina, si sono messe alla ricerca dell’aggressore. Il tunisino era tranquillamente disteso su una panchina nei pressi della Stazione ferroviaria di Legnano. Si tratta di un tunisino 28enne, pregiudicato e senza fissa dimora che potrebbe aver compiuto anche altre rapine in zona. E’ stato quindi fermato e portato nel carcere di San Vittore di Milano.

http://www.ilgiorno.it/legnano/cronaca/2013/08/24/938979-bottiglia-faccia-aggressione-rapina.shtml

Quante probabilità ci sono che in Italia un tunisino rapini un bengalese? Ma di italiani non ce ne sono più? Sarà quella famosa sostituzione etnica auspicata dalla congolese.

 

 

Related Post

Related Post

Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento