Varese: è allarme mendicanti violenti, ma il comune ha deciso che devono essere tollerati

26-03-2013

VARESE – La Pasqua si avvicina e, come nel periodo natalizio, aumenta il numero di questuanti in città. Rom, uomini con cartelli che parlano di disoccupazione e povertà, venditori di rose e accendini, persone che dicono “auguri” e poi porgono il cappello nella speranza di ricevere una moneta.
In tre giorni di controlli a tappeto sul territorio, la polizia locale di Varese ha effettuato 12 violazioni amministrative agli incroci e 25 interventi di allontanamento.
«Abbiamo riscontrato una presenza massiccia di zingari, che hanno preso il posto dei cingalesi – dice Carlo Piatti, assessore alla Polizia Locale – Rispetto al passato sono diventati più aggressivi. Per esempio entrano in chiesa a San Vittore e pretendono la carità, anche con la “forza”». Nello specifico, entrano in chiesa e aggrediscono verbalmene i fedeli, puntando sul senso di colpa e di pietà. Dicono cose tipo, «se sei un bravo cristiano devi darmi i soldi perché io non ho da mangiare». Nella basilica di San Vittore una vecchietta è stata strattonata per un braccio per farsi dare i soldi. E il suo caso non è destinato a rimanere isolato visto che, complice la crisi, il fenomeno della questua è in forte aumento.
«Nel centro storico la questua non è perseguibile – spiega Piatti – Il Comune ha deciso che la questua nel centro storico, se non è pedante, deve essere tollerata. Ai semafori, invece, va combattuta. Detto questo, la questua in città sta diventando insistente e aggressiva. La carità viene fatta con coercizione mentale». «Noi facciamo i controlli anche con agenti in borghese – scandisce l’assessore – Una volta intercettato il questuante, dopo che lo si è sanzionato e che gli è stato confiscato il guadagno, ritorna al suo posto. Il tutto avviene in appena mezzora, cosa che la dice lunga su come sia difficile combattere il fenomeno». E dunque che fare? «L’invito che faccio è quello di non dare mai denaro» ribadisce l’assessore, ripetendo un consiglio dato anche nel periodo natalizio.

http://www.laprovinciadivarese.it/stories/Homepage/362460_questuanti_anche_in_basilica_attenti_sono_molto_aggressivi/

RelatedPost

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento