Stupro: «Ho solo fatto da “palo”, datemi i domiciliari»

23-03-2013

Boldrini: "gli immigrati sono risorse"

Voghera, 23 marzo 2013 – Ha negato e ha chiesto i domiciliari. Alexandre Popescu al gip di Voghera ha spiegato di essere coinvolto solo marginalmente nel tentato stupro perpetrato sul treno ai danni di una ragazza cinese. Il 21enne romeno era stato arrestato dai carabinieri nella notte tra martedì e mercoledì con l’accusa di tentata violenza sessuale di gruppo, reato che avrebbe commesso con due complici. Giovedì mattina al carcere di via Prati Nuovi si è svolto l’interrogatorio dell’indagato. Il ragazzo è difeso dall’avvocato Pietro Folchi Pistolesi del Foro di Voghera, che ha fatto richiesta affinché il suo assistito sia messo agli arresti domiciliari per via di una presunta responsabilità limitata rispetto ai due complici. L’arrestato ha riferito al giudice che, una volta sceso dal treno, non è fuggito ma si è fermato nel piazzale antistante la stazione ferroviaria. Avrebbe inoltre raccontato che, quando uno dei complici ha fatto cadere a terra il cellulare della vittima, lui glielo avrebbe riconsegnato. Insomma, ha negato una partecipazione attiva al reato commesso.

Il suo ruolo secondo una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe stato quello del “palo”. Popescu ha un braccio infortunato per un incidente capitato agli inizi di marzo e che non c’entra nulla con quanto accaduto l’altra sera. Per questo motivo, il suo avvocato ha chiesto che il giovane possa andare la prossima settimana a Pavia a fare una visita già prefissata. Il permesso non è ancora stato accordato. Per quanto riguarda la custodia cautelare, il giudice non si è ancora espresso sulla richiesta dei domiciliari. La decisione potrebbe arrivare a breve. L’arresto è stato convalidato e per il momento Popescu rimane in carcere.
L’episodio per cui è finito nei guai risale a poche notti fa. La vittima, la 29enne cinese C.Z, viaggiava sola su un treno della linea Milano-Voghera, in uno scompartimento vuoto. A Bressana Bottarone sono saliti Popescu e i due complici, avrebbero notato la 29enne e quindi iniziato a darle fastidio. Uno dei tre ha cercato di toccarle le parti intime. Alla fine la ragazza è riuscita a divincolarsi e a fuggire. Ha chiesto poi aiuto ad alcuni passeggeri. Alla stazione di Voghera i carabinieri hanno arrestato Popescu. Il complice 24enne H.D.C è stato rintracciato mercoledì in mattinata mentre stava andando a trovare la madre ed è stato denunciato. I militari sono a caccia del terzo complice, G.A, di 20 anni. La ragazza aggredita non ha fortunatamente riportato lesioni fisiche. Ma grande è stata la sua paura.

http://www.ilgiorno.it/pavia/cronaca/2013/03/23/863053-romeno-domiciliari-stupro-streno.shtml

RelatedPost

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento