Marocchino pesta la moglie, temeva l’occidentalizzazione

26-02-2013

Città di Castello, 26/02/2013 – L’Ufficio prevenzione generale del commissariato ha deferito in stato di libertà, all’A.G. competente, G.A. di 40 anni di origine marocchina residente a Città di Castello.  L’accusa è violazione degli obblighi familiari e minaccia nei confronti della propria moglie E.K anche lei marocchina di 40 anni, residente a Città di Castello. Le minacce, con lesioni anche fisiche, sarebbero scaturite dall’intento del marito di impedire alla propria moglie e ai 5 figli di rientrare in Italia. L’immigrato voleva che restassero nella nazione di origine, temeva che potessero subire un processo di occidentalizzazione.

http://www.umbria24.it/citta-di-castello-extracomunitario-molesta-una-barista-e-un-altro-minaccia-la-moglie/152252.html

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento