Un giorno a Roma: Zingare scatenate

13-01-2013

Fermiamo la violenza degli Zingari

ROMA 13 Gennaio 2013 –– Nel corso dei servizi di controllo, i Carabinieri del Nucleo Scalo Termini hanno arrestato una 18enne, nomade “romana”, già nota alle forze dell’ordine, con l’accusa di rapina impropria. Ieri sera, la 18enne, all’interno della fermata della metropolitana Termini si è resa protagonista di un borseggio ai danni di una turista italiana, di 32 anni, alla quale ha sottratto il portafogli contenente, documenti personali, carta di credito, bancomat e denaro contante. La ladruncola è stata però notata da un dipendente di un ristorante, un romano di 38 anni, che l’ha bloccata mentre tentava di scappare. La 18enne ha cercato più volte di scappare strattonando ed inveendo nei confronti dell’uomo che l’aveva fermata ma al loro arrivo i Carabinieri l’hanno ammanettata e portata in caserma dove si trova in attesa di essere sottoposta al rito direttissimo. La refurtiva recuperata è stata riconsegnata alla turista.

CASILINA – STRANIERI ROMPONO RECINZIONE DI UN GIARDINO E TENTANO DI RUBARE ALL’INTERNO DI UN AUTO MA VENGONO SCOPERTI DAL PROPRIETARIO CHE LI INSEGUE A BORDO DELLA SUA AUTO. INTERCETTATI E BLOCCATI DAI CARABINEIRI SULLA VIA CASILINA. IN MANETTE UN KOSOVARO E UN ROMENO.

ROMA – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato, ieri sera, due cittadini stranieri, un romeno e un kosovaro, di 30 anni, entrambi senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di furto aggravato in concorso, possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi. Ieri sera poco prima della mezzanotte gli arrestati, in zona Divino Amore, dopo aver danneggiato la recinzione, sono penetrati all’interno di un giardino di un abitazione, di un 40enne romano. Una volta all’interno del giardino hanno aperto l’autovettura dell’uomo, che si trovava li parcheggiata, ed hanno iniziato ad asportare i vari oggetti presenti, venendo però sorpresi dal proprietario. Vistisi scoperti sono subito fuggiti a bordo di una vettura, inseguiti dal 40enne romano, a bordo della sua automobile. Mentre inseguiva i ladri, con il suo cellulare dava indicazioni ai militari della loro posizione poi giunti all’altezza di via Casilina, i militari sono riusciti ad intercettarli e bloccarli. Nel corso della perquisizione personale e veicolare i militari hanno rinvenuto e riconsegnato la refurtiva sottratta poco prima alla vittima nonché, attrezzatura varia da scasso ed altri oggetti la cui provenienza è in corso di accertamento che sono stati invece posti sotto sequestro unitamente all’autovettura. Solo il 30enne romeno, all’atto dell’identificazione, ha esibito una carta d’identità romena valida per l’espatrio palesemente contraffatta, e quindi arrestato per possesso di documenti falsi. Portati in caserma sono stati trattenuti, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

8 ARRESTI E UNA DENUNCIA DEI CARABINIERI. IN UN GIORNO 8 IMMIGRATER ARRESTATE E UNA DENUNCIATA. TRA LORO UNA E’ EVASA PER ANDARE A BORSEGGIARE.

ROMA – In 24 ore, i Carabinieri del Gruppo di Roma hanno arrestato 8 donne, quasi tutte con precedenti, per furti di ogni genere messi a segno nella Capitale.
I Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone hanno arrestato 3 straniere, appartenenti al campo nomadi di via Salone, sorprese a borseggiare un 54enne, di origini foggiane, mentre percorreva via dei Durantini, nei pressi di via Tiburtina; i Carabinieri della Stazione Roma Prati hanno arrestato per taccheggio una ucraina che poco prima di essere bloccata dai militari dell’Arma, aveva fatto razzia di abbigliamento, rimuovendo le placche antitaccheggio, da un noto negozio di via Cola di Rienzo; rispettivamente in piazza Tuscolo e piazzale Appio, i Carabinieri della Stazione Roma San Giovanni, in due diversi episodi, hanno arrestato una romena di 57 anni e denunciata un’altra di 38 anni, per aver rubato sempre capi di abbigliamento da due grandi magazzini. In via del Corso, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato due romene di 29 e 32 anni che mischiati tra la folla all’interno di un negozio per bambini, hanno sfilato un cellulare dalla tasca di una cliente 21enne di origini salentine; infine, una 25enne incallita borseggiatrice, appartenente al campo nomadi di via Pontina dove risultava agli arresti domiciliari, è stata fermata ed arrestata dai Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto, all’interno di una fermata metropolitana di linea “B”, subito dopo aver rubato il portafogli ad una donna.

Tutte, arrestate con l’accusa di furto aggravato, sono state accompagnate in caserma in attesa di essere processate con il rito per direttissima. La refurtiva, invece, è stata restituita alle vittime.

http://www.mnews.it/2013/01/termini-carabinieri-arrestano-manolesta.html

ARTICOLI CORRELATI

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento