Fano: il Capodanno da incubo di una famiglia ostaggio degli Zingari

04-01-2013


Vivere Jesi
Fano: Zaffini denuncia un ‘Capodanno da incubo per colpa dei Rom
Capodanno da incubo per la Famiglia Mantoni residente a Fano in Viale Piceno. Da tempo sono presi di mira dai numerosi Rom, che risiedono in un condominio attiguo, solo per il fatto che tempo fa si erano lamentati con loro. Questi da quel giorno hanno iniziato un continuo lancio di sassi verso la loro casa danneggiandone i muri. A Capodanno è stata l’apoteosi perché oltre ai sassi si son visti piovere contro i muri e le finestre della loro dimora grossi fuochi d’artificio e potenti petardi. E nonostante la richiesta di smettere per la precaria salute della moglie, questi hanno continuato a lanciare di tutto tra le risate.

E’ possibile che il Mantoni ex camionista di 83 anni e la moglie invalida con grave patologia cardiaca debbano subire tali azioni che potevano causare anche danni irreversibili? E’ possibile che i Vigili Urbani gli rispondano che non c’è niente da fare ne contro questi continui lanci di sassi ne contro questi comportamenti violenti e strafottenti e che si devono rivolgere ad un avvocato? Non solo, gli è stato anche riposto che  “chi dice che i sassi” che il Mantoni non sposta a testimonianza degli attacchi “siano tirati dai Rom?”

A questo punto, oltre che danneggiati ci si sente anche offesi e presi in giro. Da una parte abbiamo i Rom, ai quali non gli si può dir niente se no ti rendono la vita impossibile, dall’altra parte ti dicono.. arrangiati!

Ma come siamo messi? E’ questa la solidarietà che diamo ai nostri cittadini e ai nostri anziani in difficoltà e che chiedono aiuto? Se poi come qualcuno sospetta, che i nomadi siano stati collocati in quel appartamento “dai preti” ci chiediamo se la carità verso chi fa continuamente del male premeditato agli altri abbia un senso cristiano!altro »

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento