Assalto a Lampedusa: 400 invasori presi in acque maltesi. In tempo per la Sanatoria

12-10-2012

PAGARE LE TASSE PER IL SERVIZIO “TAXI” AI CLANDESTINI

 

La notte scorsa sono stati soccorsi dalla Guardia costiera, a 70 miglia a sud-est di Lampedusa, 109 migranti – tra cui una donna – che erano a bordo di un gommone di 12 metri. I clandestini sono stati trasferiti a Lampedusa a bordo di due motovedette. L’intervento di soccorso è cominciato nella serata di ieri dopo una segnalazione giunta mediante un telefono satellitare alla Capitaneria di Porto di Palermo.

L’ineffabile Guardia costiera ha localizzato il gommone in acque libiche che procedeva verso l’Italia e come checche isteriche le due motovedette salpate da Lampedusa lo hanno raggiunto addirittura in acque maltesi. I clandestini – i quali hanno riferito di essere partiti da un porto della Libia – sono stati fatti salire sui mezzi navali della Guardia costiera che in mattinata hanno raggiunto il porto di Lampedusa. L’operazione di soccorso – alla quale ha partecipato anche la nave Orione della Marina militare – è avvenuta in condizioni di mare calmo e con vento da sud-est forza 4.

Nel pomeriggio un barcone con a bordo 304 invasori è stato soccorso 10 miglia a Sud da Lampedusa. L’imbarcazione, un peschereccio di 18 metri, è stato raggiunto da due motovedette della Guardia costiera e una della Guardia di finanza. All’arrivo sono apparsi in buone condizioni di salute e pronti per iniziare la colonizzazione. Sono in maggioranza provenienti da Paese dell’Africa subsahariana e avevano iniziato la loro traversata dalla Libia.

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2012/10/12/news/lampedusa_trovato_un_altro_cadavere_oggi_soccorsi_oltre_400_migranti-44419471/

Non so voi, ma a noi la Guardia Costiera è veramente venuta a noia. Sono al servizio degli invasori e coi soldi delle nostre tasse giocano a fare i marinai.

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento