Orrore a Torino: rapita, violentata e tenuta prigioniera

09-10-2012

Tipici figli di badanti

Ha accettato un passaggio da un immigrato all’apparenza gentile ed affidabile. E invece si è ritrovata nell’incubo di un tentato stupro. A Torino i residenti del quartiere Parella hanno sentito delle urla provenire dall’appartamento di un peruviano e sono accorsi sul posto. C’era una ragazza, di origini spagnole, che usciva di corsa dal portone con le mani insanguinate, inseguita dall’uomo che cercava di ricondurla dentro.

Il peruviano tentava di rassicurare la gente dicendo cha la ragazza si era fatta male da sola, mentre lei, invece, urlava che l’aveva presa prigioniera in casa.
“L’uomo ha detto che la stava accompagnando a casa e che era passato da lì per prendere un documento. Ma la ragazza aveva ancora i segni delle 5 dita di lui sulla faccia e ha raccontato un’altra versione secondo cui, quando lui l’ha fatta entrare in casa, avrebbe cominciato a spogliarla e picchiarla impedendole di uscire. Lei ha preso un coltello e, credo lui l’abbia ferita per cercare di toglierglielo di mano”.

http://affaritaliani.libero.it/cronache/autostop091012.html

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento