Sentenza vergogna: la vita di un Italiano vale solo “17 anni”

21-09-2012

Maghrebino ammazza un ragazzo e ne ferisce gravemente un altro: niente ergastolo

 

Il Gip di Verona Rita Caccamo, protagonista della vergognosa sentenza

VERONA – È stato condannato a 17 anni di carcere Said Karika, il tunisino 36enne che il 26 ottobre dello scorso anno a Verona uccise con una coltellata il 24enne Jacopo Mariotto, intervenuto per difendere la madre della sua fidanzata, aggredita dal magrebino, ex convivente della donna.

Oggi al processo con rito abbreviato il gip Rita Caccamo ha giudicato l’imputato colpevole di omicidio preterintenzionale. Il pubblico ministero Federica Ormanni aveva chiesto la condanna all’ergastolo per omicidio volontario.
Karika aveva colpito il giovane Jacopo Mariotto con un piccolo coltello, sferrando un colpo mortale. L’imputato, accusato anche di lesioni per avere ferito gravemente un amico di famiglia dell’ex compagna, dovrà anche risarcire i danni. L’avvocato Alberto Lorusso, che assiste la famiglia Mariotto costituitasi parte civile, si è riservato di leggere le motivazioni della sentenza prima di valutare ricorso in appello.

http://www.gazzettino.it/province/nordest/ucciso_perch_difendeva_la_madre_della_sua_fidanzata_17_anni_alassassino/notizie/220608.shtml

Quando la Xenofilia di uno, costa la vita ad altri.

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento