Branco di Vu cumpra’ aggredisce Agenti: scontri a Rimini

05-08-2012

 

Scene da far west sulla spiaggia del Bagno 67 Tortuga Beach con una pattuglia della polizia Municipale che, nel corso di un sequestro di merce sulla battigia, è stata aggredita e picchiata da un gruppo di venditori abusivi. Nel pomeriggio di ieri, verso le 17, un gruppo di agenti della Municipale impegnati nel contrasto al fenomeno della vendita abusiva si è presentato sulla spiaggia scatenando il solito fuggi fuggi generale degli abusivi che, nella fretta di scappare, hanno abbandonato i loro borsoni di merce sulla sabbia. I sei agenti della Municipale hanno quindi raccolto borse e merce per procedere al sequestro del materiale rinvenuto per poi avviarsi verso il lungomare dove avevano lasciato i mezzi di servizio. Arrivati nei pressi delle cabine, però, sono stati accerchiati da un nutrito gruppo di extracomunitari che, sbucati da ogni parte, hanno accerchiato gli agenti e tentato di strappare loro il materiale sequestrato. Vistisi circondati, gli agenti della municipale si sono stretti a cerchio cercando con ogni mezzo di resistere all’assalto dei venditori abusivi che, con sputi, pugni e graffi, avrebbero dato l’assalto per rientrare in possesso dei borsoni.

Ne è nata una violenta aggressione al personale della municipale costretto a chiedere rinforzi ai colleghi della polizia di Stato arrivati sulla spiaggia con Volanti, equipaggi del reparto Prevenzione Crimine e con gli acqua scooter della squadra Nautica. Visti oramai vani i tentativi di rientrare in possesso della merce sequestrata, la maggior parte degli extracomunitari si è data alla fuga lasciando sul posto due agenti della Municipale che si sono visti costretti a ricorrere alle cure dei sanitari mentre la polizia di Stato è riuscita ad acciuffare due venditori abusivi che hanno partecipato alla rissa e a portarli in Questura.
Tutto l’accaduto è avvenuto ovviamente sotto gli occhi dei turisti e dei riminesi che si trovavano in spiaggia in quel momento. Tra i testimoni anche il titolare del Tortuga Beach.

“Quando gli agenti della Municipale hanno fatto il sequestro a riva – tuona Maurizio Bronzetti – i venditori abusivi si erano già nascosti tra le cabine e, appena li hanno visti passare con i borsoni diretti alle auto di servizio, sono saltati fuori aggredendoli con graffi e sputi. Si è trattato di una scena orribile fatta sotto gli occhi dei turisti, una sceneggiata da film che non rappresenta assolutamente un buon ricordo per i tanti bagnanti che hanno assistito. Siamo oramai stufi di queste cose che danneggiano solamente l’immagine della Riviera. Perché permettiamo ai venditori di scendere in spiaggia con le loro mercanzie per poi scatenare queste risse con blitz inutili? Rimini, nel contrasto all’abusivismo commerciale in spiaggia, sta sbagliando tutto mentre città come Riccione e Cattolica hanno capito da tempo che l’unica soluzione è non fare avvicinare alla battigia i vu cumprà”.

http://www.nqnews.it/news/137813/Il_blitz_in_spiaggia_finisce_in_rissa.html

Il sindaco si Rimini, un incapace seguace del buonismo xenofilo, si dimetta. O si penta, e inizi a combattere il fenomeno criminale dell’abusivismo, in modo serio.
I turisti che acquistano merce dagli abusivi, vengano arrestati, perchè sono parte attiva del degrado che contribuiscono a generare.

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento