Massacrato da convivente e immigrato

11-07-2012

ROMA – Un operaio di 45 anni è stato massacrato a sprangate. A colpirlo sono stati la convivente e il suo giovane amante. I due, lei 43 anni, e lui, egiziano di 20, sono stati arrestati per avere aggredito in casa a Orte, in provincia di Viterbo, il compagno della donna. Sono accusati di tentato omicidio. Sarebbero stati loro, secondo gli investigatori, ad assalire l’operaio di 45 anni, colpendolo ripetutamente forse con una mazza da baseball. L’uomo ora è in gravi condizioni all’ospedale di Viterbo.

AGGRESSIONE PREMEDITATA – Secondo quanto si è appreso, i due, che hanno fatto irruzione in casa incappucciati, sarebbero stati riconosciuti da più di un testimone mentre si allontanavano dall’abitazione dopo aver compiuto il raid. Si erano infatti tolti i cappucci che celavano i loro volti. La donna, che ha avuto una figlia con l’uomo aggredito, oggi di 9 anni, ha altri due figli più grandi nati da una precedente relazione. Al compagno aveva detto di volersi recare al mare a Montalto di Castro, dove la coppia possiede una casa. Una mossa che, secondo i carabinieri, le serviva per procurarsi un alibi.

IGNOTE LE CAUSE – In realtà sarebbe rimasta in zona in compagnia del giovane egiziano e, intorno alle 2,30 di notte, hanno compiuto l’irruzione e il pestaggio. Solo dopo sono partiti insieme per raggiungere Montalto di Castro, ma sono stati bloccati lungo la strada da una pattuglia dei carabinieri che era sulle loro tracce. Poi il fermo, il lungo interrogatorio e, infine, l’arresto con l’accusa di concorso in tentato omicidio. Le ragioni della spedizione punitiva non sono state ancora chiarite. Di certo, secondo gli investigatori, non volevano compiere una rapina. Il loro obiettivo era il compagno della donna.

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_luglio_11/orte-amanti-pesatno-201973085247.shtml

Questa notizia mette in evidenza due cose. La prima, i pregiudizi sono sempre fondati, nel 90% dei casi, una donna che ha figli da più uomini, è una poco di buono. Ci sono eccezioni, e ci sono cause di forza maggiore che possono portare a questo esito, ma in genere è una supposizione esatta.

Seconda cosa: sono gli elementi marci della società, a “solidarizzare” con l’immigrato. Per questo i media di distrazione di massa spingono sull’accelleratore del degrado morale: esso facilita l’invasione.

RelatedPost

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento