Immigrati usurai

19-06-2012

Un cittadino albanese di 31 anni, Bledar Shehaj, residente a Ripa Teatina (Chieti), e’ stato arrestato in flagrante dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Chieti con l’accusa di estorsione e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupafecenti. La vittima e’ un uomo di 30 anni della provincia di Chieti il quale con l’albanese aveva contratto un debito di circa 3000 euro probabilmente per motivi commerciali. Non riuscendo a far fronte alla restituzione, il 30enne sarebbe stato minacciato anche pesantamente fino ad arrivare ad una vera e propria aggressione da parte di alcuni conoscenti dell’albanese in seguito alla quale l’uomo aveva riportato gravi lesioni al volto.

Un episodio questo che ha ridotto il 30enne in una condizione di profondo disagio psico fisico, fino a portarlo ad un tentativo di suicidio sventato in extremis dalla madre. La polizia, raccolta una denuncia verbale da parte della vittima, ha cosi’ organizzato un servizio finalizzato a mettere fine alle continue minacce. E’ stato quindi organizzato un appuntamento con l’albanese al quale la vittima ha consegnato il denaro, con le banconote che erano state in precedenza fotocopiate.

A quel punto, i poliziotti sono intervenuti arrestando l’albanese nella cui abitazione sono stati inoltre trovati, all’interno di una scarpa da lavoro, 10.8 grammi di cocaina e 1,9 grammi di marijuana oltre a materiale per il confezionamento, e un bilancino di precisione.

http://www.abruzzo24ore.tv/news/Non-riuscendo-a-saldare-debito-aggredisce-creditore-albanese-arrestato-nel-chietino/87427.htm

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento